sabato 30 gennaio 2021

Zazen libera tutti


Ricordo che da bambina nel gioco del nascondino ero la più veloce a correre per fare tana libera tutti ma anche la più lenta nel trovare un posto ben nascosto dove non potessero trovarmi...
Quanto mi piaceva il conto alla rovescia del compagno che sbirciava, la corsa sfrenata, il timore di non riuscire a trovare un nascondiglio sicuro e poi finalmente trovarlo e restare immobile nel provare a smorzare il fiatone per non farmi trovare. 
Ed ecco che in quel breve momento di sosta tutto mi sembrava procedere lentamente e quella sensazione di non farcela a poco a poco svaniva...
Scoprivo il mondo assecondare per la prima volta un mio atteggiamento: "allora anche il tempo e tutte le cose corrono insieme a me", pensavo segretamente. 
Immobile percepivo il mio corpo, il sangue pompare nelle vene, il sudore sulla fronte, nella pura convinzione di essere un gatto pronto a scattare per fare tana e salvare il mio mondo abitato dalla gioia dei miei amici, dalla pazienza dei miei genitori, dal coraggio dei miei nonni, dai colori pastello ancora imballati che mi aspettavano a casa. Niente di più importante, era la mia missione! 
Così oggi il Kangeiko ha rievocato in me questo dolce ricordo. 
Il freddo dell'alba sembra rapidamente dissolversi al seiza del Maestro... e troviamo finalmente il nostro posto infinito nel mondo, assecondiamo con passione la legge del 'gioco', ed infine lo Zazen che ci trova seduti, allineati, uniti, si fa tana di luce e mistero, e ci libera tutti...
Il fuoco che arde, il tempo che siamo noi e segue il ritmo dei nostri pensieri e del nostro respiro che semplicemente invitiamo a sedere. 
Ed è sorprendente percepire che è tutto già qui, in questo corpo caldo, in questo cuore che batte e che accoglie senza voler trattenere o allontanare, nell'osservare e colorare insieme questo momento sempre nuovo. 
Dogen insegna: "E' Tempo di Essere Tempo'. 
Siamo in continuo movimento, immobili nel tempo che è solo questo, nell'incontrare e abbracciare, lasciare andare, andarci insieme, rinascere ad ogni respiro e gioire di questa irripetibile opportunità... 
Questo per me significa vivere e morire con il cuore di un samurai, coltivare lo spirito pronto a tutto. 
Oggi, il Grande Maestro ci riscopre presenti, stabili, generosi e ci libera tutti;
oggi che ci trova uomini seduti con una spada al fianco e un piccolo fiore tra le dita... 
In un abbraccio che sta lì, in una postura d'amore che non usa parole, non ha religione né colore... 
eppure comprende tutte le parole, tutte le religioni e tutti i colori, e senza alcuna distinzione tocca il cuore di tutti, che è solo uno.

Monica De Marchi 

© Tora Kan Dōjō















#karatedo #okinawagojuryu #artimarziali #torakandojo #torakan #taigospongia #iogkf #karateantico #karatetradizionale #zen #zazen #zensoto #karate #artimarziali #budo #kenzenichinyo #bushido #asdtorakan #taigosensei #gojuryu #karatedo #meditazione #kangeiko 

Nessun commento:

Posta un commento