mercoledì 25 aprile 2018

Vivere una Vita Nobile




Shiba Yoshimasa: cinque insegnamenti sulla vita nobile

 Shiba Yoshimasa (1350-1410) è stato un grande politico, guerriero e poeta, un esempio per tutti di un uomo che per tutta la vita ricerca il miglioramento di sé e il perfezionamento continuo in suo gesto e in ogni sua azione. Questi sono cinque suoi insegnamenti che tutti noi possiamo applicare nella nostra vita moderna.

Primo insegnamento.

In ogni cosa è importante avere un atteggiamento attento Purtroppo, sono poche le persone che fanno attenzione nella vita. Attenzione al proprio comportamento, alle proprie parole, ai propri pensieri, e attenzione al comportamento, alle parole e ai pensieri degli altri. L’uomo nobile deve mantenere un atteggiamento attento e distaccato, pacificare la propria mente e non distrarla ma tenerla focalizzata. “Gli uomini con menti acute si trovano solo tra coloro che hanno inclinazione per la riflessione.”

Secondo insegnamento.

Non è importante vivere in modo religioso, è indispensabile vivere in modo sacro Non serve ostentare il proprio credo religioso ed esibire pubblicamente la propria devozione. Ed è inutile pregare solo quando vogliamo ricevere dei favori o quando siamo afflitti da problemi personali. Se preghiamo, dobbiamo farlo solo per riempire noi stessi e il mondo di felicità, e con l’obiettivo di ricevere l’energia spirituale più alta per vivere ogni giorno della nostra vita in modo sacro. Dobbiamo far diventare sacra ogni nostra azione e sacro ogni nostro gesto. La religione non conta, conta la nostra intenzione spirituale più profonda.

Terzo insegnamento.

Non agire senza considerare la pena degli altri. Se si vuole vivere una vita nobile, bisogna avere compassione degli altri e rispettare il loro spazio personale. Tutti condividiamo la vita, e tutti sperimentiamo gioie e sofferenze. Dovremmo sempre muoverci come ospiti, pieni di premura, con delicata attenzione, per non disturbare. Dovremmo avere lo stesso sacro rispetto anche per i nostri cosiddetti nemici, e perfino per coloro con cui dobbiamo scontrarci. Distacco, accettazione e compassione: così modelli in te la natura del guerriero virtuoso.

Quarto insegnamento.

Elimina il superfluo Dedicati soltanto alle cose importanti ed elimina tutto ciò che è superfluo. Non farti condizionare da nulla e non dedicarti a nulla che non sia veramente importante. Togli tutto quello che non conta, dedicati solo a quello che conta.

Quinto insegnamento.

Non diventare amico di persone senza valore Scegli bene i tuoi amici. E scegli bene il tuo partner. Scegli bene con chi vuoi condividere il tuo viaggio. Scegli persone che condividano la tua stessa intenzione di vivere nel mondo, con nobiltà e virtù. Diventa sempre migliore e pretendi sempre di avere vicino a te i migliori. Meglio restare solo, che accompagnarsi a gente priva di anima.


© Tora Kan Dōjō


Nessun commento:

Posta un commento