venerdì 3 novembre 2017

Spendersi Senza Riserve



Mi capita di constatare spesso durante le lezioni nel dojo o durante un gasshuku che alcuni praticanti, anche con una certa esperienza, messi di fronte ad un esercizio piuttosto impegnativo fisicamente in termini di resistenza (soprattutto psicologica) pensano di affrontare il problema 'preservandosi' sin dall'inizio dal massimo sforzo, pensando forse di poter poi attingere alle 'energie risparmiate' nel momento di maggiore difficoltá.
Il risultato di questo atteggiamento è l'anticipazione emotiva della difficoltá, che viene cosí amplificata e affrontata con armi giá usurate condannandosi ad una ben piú grande fatica e sofferenza.

La nostra pratica é Shinken Shobu, combattere fino alla morte, spendersi senza riserve, al 100% in ogni momento.Esprimere la massima energia, vitalitá, entusiasmo... In ogni singolo gesto, sin dall'inizio.

Anche se si trattasse di ripetere migliaia di gedan barai in shiko dachi (esperienza che molti di noi hanno condiviso), l'eseguire ogni parata sin dalla prima con il massimo impegno mantenendo una posizione bassa e solida permette all'energia di rigenerarsi e di evocare un'indomabile spirito guerriero che ci sosterrá nei momenti di crisi.

Più ci si spende senza riserve e più ne si é rigenerati e si potranno superare limiti che mai avremmo pensato di poter valicare.
Tutto ciò che é 'risparmiato' é perso, nel dojo come nella vita quotidiana e nelle relazioni umane.

Scuotiamo dunque questo sacco d'ossa, quanto pensiamo ci rimanga ancora da vivere per poter dare il meglio di noi stessi?

 Ganbatte kudasai, fate del vostro meglio!


Taigō Sensei


Nessun commento:

Posta un commento