lunedì 28 agosto 2017

Schegge Budo e Zen - 28 agosto 2017






















"Quando il tuo Maestro ti corregge ringrazialo due volte: la prima perché ti sta tramandando il suo sapere, la seconda perché crede nelle tue capacità di apprenderlo."

Proverbio giapponese



"È tempo di sveglia.
L'alba torna a farmi visita alla finestra dell'antico convento.
Il sole sta per disperdere l'oscurità notturna.
In giornate di tempi scanditi ritualmente, un altro sole ha regolarmente illuminato una antica oscurità.
Ciò accade nella più profonda ed assorta immobilità e nel grande silenzio della mente.
Così realizzo che mai ho dormito.
Che nessun uomo può dormire.
Poiché uomo è un sogno ma il sognatore è sempre desto, anche nel sonno umano.
Siamo dèi che sognano.
E quando ci risvegliato, siamo Buddha.
Il risveglio del Buddha non è sogno."

Franco Bertossa





"La via della spada e la via dello Zen sono uguali, perché hanno lo stesso obiettivo; quello di abbattere l'ego."

Yamada Jirokichi



"Non c'è uomo più patologicamente stanco di quello che ha rimosso la fatica."

P. Taigō Spongia Sensei 



Una scena del film 'Zen', sulla vita di Dōgen Zenji  



"La sensibilità è direttamente proporzionale alla pazienza necessaria a convivere con l'altro."

Alessandro della Ventura
                                                        © Tora Kan Dōjō
                                                        www.iogkf.it
                                                          www.torakanzendojo.org









Nessun commento:

Posta un commento