mercoledì 17 gennaio 2018

Praticare non discutere



Tutti gli uomini che praticano Zazen con profonda fede possono conoscere il Satori, per quanto differenti siano le loro intelligenze. È errato credere che il vero Zen non possa essere compreso nei paesi meno evoluti. 
Fate attenzione a che la vostra intelligenza non v'impedisca di cogliere il Satori.

Discutere è come cercare di far crescere una pianta là dove nulla è stato seminato. 
Bisogna praticare Zazen ed abbandonare ogni discussione, non bisogna esitare a praticare Zazen. 

Io vivo parcamente, mi vesto d'abiti rappezzati e pratico Zazen in un piccolo eremo costruito in un luogo assai tranquillo, con belle rocce coperte di muschio e sassi bianchi.
Vivendo in queste condizioni, posso comprendere lo Zen autentico. Vedo chiaramente che non è uno studio, né una conoscenza libresca, ma penetra nello spirito grazie alla pratica dello Zazen.

Non ho che uno scopo nella vita: fare Zazen, raccomandare ad altri di farlo ed aiutare gli uomini a trovare la vera libertà interiore.


Il mondo dello Zen è quello dell' "al di là", è una grande famiglia in cui tutti sono fratelli. Per diffondere la verità, bisogna scordare le frontiere, le razze, ed ogni sorta di discriminazione. Bisogna che la verità sia aperta tutti gli esseri, non limitata a pochi luoghi o a certe classi.

Taisen Deshimaru Roshi 




© Tora Kan Dōjō



Nessun commento:

Posta un commento