venerdì 11 maggio 2018

Insegnamenti nel freddo del Kangeiko


Abbiamo trascritto una breve raccolta di Insegnamenti ed esortazioni offerte dal Maestro Taigō durante il recente Kangeiko che si è tenuto come di consueto al Tora Kan Dōjō nella settimana più fredda dell'anno



Primo giorno di Kangeiko  4 gradi.

Dopo 15 minuti di pratica corpo e mente sono entrati in sintonia con la situazione, con quel che la natura offriva...
Non si tratta di un esercizio di semplice stoicismo, di machismo...
Assolutamente no, chi si avvicina con questo approccio non durerà.
'Temprare non significa indurire'.
Proprio al contrario si tratta di accogliere, abbandonare le difese e così realizzare che non esiste alcun nemico ( Mu-teki
無敵 ), nè dentro nè fuori di noi.

Secondo giorno di Kangeiko

Temprarsi non é indurirsi...
Come la lama della spada ben temprata 'attaversa' quel che incontra mentre quel che é indurito percuote, frantuma o rimbalza, ma non attraversa, cosí noi impariamo a 'passare attraverso'.

Terzo giorno di Kangeiko 2 gradi.

'Se il gelo non penetra fin nelle ossa come potranno fiorire i fiori del susino?"

Siamo parte integrante della sinfonia della vita nel suo perenne cambiamento.
Non opporsi, difendersi, ma essere parte attiva del processo è la nostra pratica.
Lasciamo che dal gelo che penetra le nostra ossa possa fiorire una nuova primavera perchè tutti possano goderne.

Quarto giorno di Kangeiko.

Junbi Undo
Sanchin e ancora Sanchin e ancora Sanchin.
7 riprese di iri Kumi.
Junan Undo

"Sono insensibile al freddo dell'inverno.
Sono i cuori di ghiaccio degli uomini che mi fanno paura."

(Secolo XIX. Illustre Saigo)



Ultimo giorno di Kangeiko


All'alba ultimo giorno di Kangeiko, -2°.
Ringrazio tutti coloro che mi hanno accompagnato anche quest'anno in quella che è diventata una tradizione irrinunciabile del nostro Dojo.
La pratica deve contaminare la vita quotidiana.
La vita deve trovare il suo centro nella Pratica.
Altrimenti, quando va bene, si tratta solo di un'ennesima distrazione.
Se la Pratica non arriva a rivoluzionare la vostra vita e diventa uno dei tanti interessi a cui dedicare frammenti del vostro tempo, allora, non avete ancora iniziato a Praticare e sarebbe meglio dirigere le proprie energie in direzioni più produttive.
Lo sforzo, l'entusiasmo, la disciplina... che hanno animato l'esercizio dei partecipanti al Kangeiko continueranno a riverberare nel loro spirito per tutto l'anno.
Concludo con la dedica che ogni giorno ha chiuso il nostro allenamento con il saluto rituale:
'Senza confini s'estenda il merito del nostro esercizio
Noi Tutti insieme, insieme a Tutto
in cammino sulla Grande Via'





Nessun commento:

Posta un commento